Comune di Cagli:


Cagli si è distinta per la sensibilità dei cittadini nel restauro di opere d’arte conservate in edifici pubblici e ha segnato, con il coordinamento dello storico Alberto Mazzachera, un positivo bilancio della collaborazione tra pubblico e privato. Lodevole la volontà dell’ Amministrazione Comunale, guidata dal Sindaco Domenico Papi, di recuperare e valorizzare parte delle opere perdute dalla comunità; in particolare la Pala dell’altare maggiore, dipinta dal cagliese Lapis, rientrata nel 2000 dalla Lombardia e il monumentale camino del XVI secolo, tornato nelle Marche dall’ambasciata italiana a Washington.

 

 

I NICOLA (restauratori)


I NICOLA Da mezzo secolo restauratori del passato nella loro bottega di Aramengo (Asti). Mastro Guido, il patriarca 80enne, la moglie Maria Rosa, la nuora Gianna e il genero Nicola Pisano (Ognuno specializzato in un particolare settore) guidano il centro privato di restauri più affascinante d’Italia.
La Famiglia Nicola, con i suoi 50 dipendenti, si è segnalata per l’alta professionalità nel recupero dei capolavori d’arte (tra essi, dipinti del Tiepolo, Tintoretto, Caravaggio, Giotto, Picasso), alimentata da una grande passione civile e umana.


 

 

PAOLO VITI (Dir. Palazzo Grassi, Venezia)


Paolo Viti, come direttore del Palazzo Grassi a Venezia, ha inventato un modo nuovo di raccontare le civiltà della prima Europa (Fenici, Celti, Greci) creando nuove emozioni. Dotato di grandi doti manageriali, egli ha raggiunto una fama internazionale nell’organizzazione di straordinari eventi espositivi di arte antica e contemporanea, prima come direttore delle relazioniculturali del gruppo Olivetti e poi quale principalemotore delle attività culturali di Palazzo Grassi e direttore delle attività culturali della fiat per tutto il mondo.


 

 

PAUL BUCHERER-DIETSCHI (museo arte afgana in esilio)


Direttore della Fondazione Bibliotheca Afghanica, ha realizzato il Museo dell’arte afghana di Bubendorf, a 15 chilometri da Basilea (Svizzera): dodici sale già aperte, tremila opere che attendono una sistemazione adeguata provenienti da un Paese che fino agli anni Settanta era una mecca per archeologi e storici.

JAMIL SARWAR (Dir.cineteca di Kabul)

responsabile di una squadra di sette impiegati che, rischiando grosso, sono riusciti a mettere in salvo, nascondendoli a casa loro, quindici film (l’ultimo dei quali, Urel, è una storia d’amore ambientata in Afghanistan)

 

 

CATERINA PONTI (produttrice cinematografica e televisiva)


Nonostante la giovane età, Caterina Ponti ha già alle spalle una florida e poliedrica carriera, iniziata ufficialmente sette anni fa, a capo della sua compagnia indipendente di produzione e di distribuzione cinematografica, televisiva e home-video, Caterina Ponti Productions. In questa impresa la Ponti si è distinta (in questi primi anni segnati dal successo di molte operazioni che spaziano dalla fotografia alla regia, dalla produzione alla distribuzione di film e documentari, dal giornalismo agli eventi) per il suo talento e la sua professionalità, arricchiti dalla sua grande passione per la qualità dell’immagine e della ricerca di “nuove storie” che, dice, “sono il vero protagonista del nostro lavoro”

Tour Virtuale

clicca sull'immagine per visualizzare gli interni della rocca

Cerca

You are here:   HomeVincitoriVincitori edizione 2002
visita il vecchio sito
| + -
Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Se sei d'accordo continua la navigazione, altrimenti puoi modificare le impostazioni.
Provided by OpenGlobal E-commerce