Ai tenaci cittadini del Comitato “Respirare Montemoro”


Ai tenaci cittadini del Comitato “Respirare Montemoro” residenti nell’omonima frazione del comune di Force (AP), che hanno difeso con amore e intelligenza la qualità dell’aria e un angolo di tipico e armonioso paesaggio marchigiano (quel paesaggio che ha ispirato gli artisti, dal giovane Raffaello a Tullio Pericoli) da un insediamento intensivo e abusivo di suini, avviato nonostante i divieti delle autorità.

 

 

 

Marco Borini, (ingegnere)


Antonio Paolucci, sopraintendente ai Musei di Firenze, che con rigore scientifico, lucidità di giudizio e amore per la ricerca si è impegnato in modo totale nel doppo ruolo di soprintendente-ministro del “Museo Italia”, che ha tutelato e valorizzato impegnandosi nelle azioni di difesa e salvaguardia, in prestigiose operazioni di restauro, nell’ organizzazione di eventi espositivi e nello studio della bellezza che diventa storia.

 

 

Anonimo benefattore di Gorlitz
(Germania)

Ogni anno, dal 1995, questo città di 60 mila abitanti che nei secoli è stato polacca, sassone, prussiana, per poi ritrovarsi nella Germania dell’Est nel 1945, riceve oltre 500 mila euro da un donatore misterioso che indirizza il denaro per restaurare i palazzi e le strade del centro storico. Senza mai svelare la propria identità o le ragioni di questo straordinario atto di generosità, l’angelo mecenate esprime solamente, tramite un suo portavoce, l’auspicio che il denaro sia speso nel recupero dei gioielli antichi del borgo. Come in effetti è avvenuto: gestiti da una fondazione (dove siedono il sindaco, l’assessore all’edilizia, il capo dell’istituzione, un rappresentante dei cittadini e il legale dell’anonimo) i soldi sono serviti a riportare Gorlitz ai suoi antichi fasti, di gioiello delle architetture gotica, rinascimentale e barocca. Ritira il premio il borgomastro di Gorlitz.


 

 

Caterina Bon Valsassina,
(storica)

storica dell’arte nata a Perugia nel 1952, dal 2002 direttore dell’Istituto centrale di restauro, istituzione creata da Cesare Brandi e diretta, tra gli altri, da Pasquale Rotondi e Michele D’Elia, che compie 65 anni di vita e li festeggia con il restauro più suggestivo del mondo: a Pechino l’Icr sta recuperando il meraviglioso Padiglione della Suprema Armonia, “cuore” della Città Proibita, famoso in Italia grazie al film “L’ultimo imperatore” di Bernardo Bertolucci. Questo capolavoro che risale al 1400 (2.377 metri quadrati di grande arte in legno a vista o laccato, pietra locale, marrone scuro) soffre per i danni provocati dal tempo sia al legno che ai materiali duri. Il complesso restauro “made in Italy” fa parte della sfida cinese che l’Italia dei Beni culturali ha in corso in Oriente, a partire dai corsi di formazione di restauro per 68 studiosi di tutte le 18 province cinesi e dal recupero della città portuale di Tien-Sin (dov’è nato il primo ministro Wen Jiabao), che conserva il quartiere primo ‘900 della vecchia concessione italiana. Il premio vuole essere anche un apprezzamento augurale a che questi accordi aprano la via a cooperazioni anche economiche tra Italia e Cina e avviino un flusso di turismo culturale nei due Paesi.

 


Giovanni Minoli, (Giornalista televisivo)


sotto la cui direzione Rai Educational e, in particolare, la serie de "La storia siamo noi" ha avuto un’impennata di ascolto (salito del 125%) ma soprattutto di ore di produzione (230 annue di programmazione, aumentate del 600%): numeri che, più delle parole, spiegano i riconoscimenti prestigiosi che hanno meritato e meritano lui e la sua squadra nel realizzare, a costi bassi, il più grande progetto di storia in Tv in Europa.Progetto in cui piace segnalare la presenza quest'anno del programma dedicato al salvataggio delle opere d'arte da parte di Pasquale Rotondi, ambientato principalmente a Sassocorvaro, nel Montefeltro e in Urbino.

 

 

 

I medici di EMERGENCY


I medici di EMERGENCY, da dieci anni in prima linea nel cuore sanguinante del mondo. Nel primo decennio di attività Emergency, nata dall’indignazione e dal coraggio di un chirurgo, Gino Strada, e di un gruppo di colleghi, amici e volontari, ha dato aiuto a più di un milione di persone ferite o malate ai quattro angoli del pianeta, senza distinzioni di etnia, religione o appartenenza politica

 

 

Tour Virtuale

clicca sull'immagine per visualizzare gli interni della rocca

Cerca

You are here:   HomeVincitoriVincitori edizione 2005
visita il vecchio sito
| + -
Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Se sei d'accordo continua la navigazione, altrimenti puoi modificare le impostazioni.
Provided by OpenGlobal E-commerce