La scultura

Stampa PDF

Anno dopo anno, la scultura che rappresenta il premio Rotondi viene creata da noti artisti che omaggiano così il pensiero, l’opera e la storia del salvatore dell’arte.

Dopo quelle firmate dagli scultori Arnaldo Pomodoro e poi da Ilario Cuoghi, nel 2010 il compito è toccato all'artista Giovanni Rizzoli che ha creato la propria opera ispirandosi al fulmine della “Tempesta” del Giorgione, (uno dei capolavori coinvolti nell'Operazione Salvataggio, definito da Pasquale Rotondi “forse il quadro più raro e suggestivo che possegga l’Italia”).

 

“Hodeciso - scrive Rizzoli - dopo essermi consultato con la professoressa Rotondi, di creare un’opera che richiamasse il fare specifico di suo padre e in uno dei momenti di massima tensione e dedizion; in particolare di estrapolare il fulmine della Tempesta di Giorgione, opera che per un certo periodo il Soprintendente Rotondi aveva protetto tenendola addirittura sotto al proprio letto nella notte tra il 21 e 22 ottobre 1943, nella stanza al primo piano della vitta Tortorina presso Urbino, quindi opera più d’ogni altra simbolo del suo straordinario salvataggio”.


Nato a Venezia nel 1963, Rizzoli ha seguito il Works of Art Course di Sotheby’ s a Londra nel 1984 - 1985, ha frequentato l’Architectural Association a Londra tra il 1985 e il 1987, si è laureato in Storia dell’Arte all’Università Ca’ Foscari, Venezia, nel 1991.
Vive e lavora a Venezia e Milano. Collabora con la New York University dal 1997.

Tour Virtuale

clicca sull'immagine per visualizzare gli interni della rocca

Cerca

You are here:   HomeIl premioLa scultura
visita il vecchio sito
| + -
Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Se sei d'accordo continua la navigazione, altrimenti puoi modificare le impostazioni.
Provided by OpenGlobal E-commerce